La piattaforma BENIMPACT Suite

La domanda di energia dell’Unione Europea è dovuta per il 41% alle attività di costruzione, utilizzo, mantenimento e “dismissione” degli edifici residenziali e commerciali. Alla luce di questi dati concepire, progettare e realizzare edifici a ridotto impatto ambientale complessivo è ormai diventata un’esigenza non più rimandabile. Una diffusione estensiva di queste costruzioni potrà però avvenire soltanto se queste si dimostreranno economicamente sostenibili o, ancora meglio, economicamente più vantaggiose degli edifici attuali.

Sostenibilità “piena” per un edificio vuol dire soddisfacimento dei bisogni (sicurezza, comfort ed estetica) delle persone che ci vivono o lavorano, massima indipendenza energetica e ridotto impatto ambientale complessivo (risorse naturali, materiali, emissioni durante il suo ciclo vita). Ed il tutto tenendo conto della sostenibilità economica, vera chiave per uno sviluppo estensivo di queste tipologie di costruzioni. Per raggiungere questi obiettivi, molte volte contrastanti tra loro, occorre cambiare il modo attuale di progettare gli edifici, mutuando quanto già si fa nella progettazione di manufatti industriali.
Una casa “passiva” deve essere progettata come un sofisticato macchinario, utilizzando strumenti software e metodologie di progetto idonee a cogliere ed integrare tutte le opportunità offerte dai materiali e dalle tecnologie: BENIMPACT Suite è una risposta a questa esigenza.

Si tratta, infatti, di una piattaforma software che permette di verificare come diverse combinazioni di scelte progettuali (inerenti l’involucro, gli impianti, e l’utilizzo di energie rinnovabili) influenzano i livelli prestazionali (verso gli occupanti e verso l’ambiente esterno) di un edificio. Il tutto è pilotato da un sistema software che individua anche le soluzioni “ottime”, cioé quelle che garantiscono il miglior compromesso tra consumi energetici, impatto ambientale globale e costi per l’intero ciclo di vita dell’edificio.